Test per la clamidia

Test della clamidia a New York – Perché il test è importante?

L’infezione da clamidia, la più comune infezione batterica a trasmissione sessuale (IST), è efficacemente rilevata dal test NYD per la clamidia. Il test ricerca il batterio che causa l’infezione (Chlamydia trachomatis) e lo segnala con grande precisione.

Il test della clamidia è essenziale per limitare la diffusione di questa infezione a trasmissione sessuale. È particolarmente importante sottoporsi a uno screening regolare per la clamidia se si è a rischio maggiore di questa malattia sessualmente trasmissibile. Se non trattata, l’infezione può causare problemi di salute e può essere trasmessa al partner.

Il test richiede un campione di urina o un tampone di liquido dalla vagina, dall’ano, dalla gola o dall’occhio (a seconda del punto in cui si sospetta l’infezione). Il più delle volte questo test può essere eseguito in una clinica privata o dal medico di famiglia. Tuttavia, molte persone oggi preferiscono fare il test a casa, in quanto offre un maggiore anonimato. Tuttavia, se il test rapido (domiciliare) rileva un’infezione, si consiglia di sottoporsi nuovamente a un test di laboratorio più accurato presso il centro sanitario prescelto. Offriamo anche entrambi i tipi di test per la diagnosi della sindrome di New York – per saperne di più, leggi qui.

Quando si esegue il test della clamidia?

L’infezione da clamidia di solito non provoca sintomi, quindi molte persone non sanno nemmeno di averla. Se non trattata, la clamidia può causare gravi problemi di salute e infertilità. Per questo motivo è importante effettuare regolarmente il test della clamidia, soprattutto se il rischio di infezione è elevato. Lo screening regolare della clamidia è consigliato se:

  • Siete sessualmente attivi, soprattutto se avete meno di 25 anni.
  • Siete incinte e avete meno di 25 anni: la gravidanza e le malattie sessualmente trasmissibili possono essere pericolose per voi e per il vostro bambino.
  • Avete l’HIV
  • Il partner ha una malattia o un’infezione a trasmissione sessuale?
  • Fare sesso con un nuovo partner o avere più di un partner sessuale.

Se siete già risultati positivi al test della clamidia e siete stati trattati, dovrete sottoporvi a ulteriori esami. Di solito è necessario sottoporsi a un test circa un mese dopo il trattamento e due mesi dopo per assicurarsi che il trattamento sia stato efficace.

I sintomi della clamidia comprendono:

  • Bruciore durante la minzione
  • Scarico (fluido o muco) dalla vagina, dal pene o dall’ano
  • Rapporti sessuali dolorosi o sanguinamento dopo un rapporto sessuale

Come funziona il test per la clamidia?

Il tipo di test più comunemente usato per la clamidia è chiamato test di amplificazione degli acidi nucleici (NAAT). La NAAT rileva il DNA dei batteri che causano l’infezione da clamidia. È necessario un campione di secrezioni vaginali o uretrali (il tubo che porta l’urina fuori dal corpo), cioè un campione di urina. Il laboratorio analizza quindi il campione per verificare la presenza di eventuali batteri.

Meno comunemente, i fornitori utilizzano la coltura cellulare per il test della clamidia. Il medico preleva un tampone dalla vagina, dall’uretra o dall’ano (prelevando un campione di liquido e di cellule). Il campione viene quindi inviato a un laboratorio per un’analisi approfondita. Se sono presenti batteri, questi crescono, indicando un’infezione. A causa della maggiore complessità del test e dell’accuratezza paragonabile, gli operatori per lo più non eseguono questo test.

Cosa fare prima del test

È sempre consigliabile chiedere al medico curante come prepararsi al test della clamidia. Prima del test, è molto probabile che dobbiate evitare:

  • Urinare qualche ora prima di sottoporsi al test
  • Doccia o uso di creme nell’area vaginale
  • Assunzione di determinati farmaci, ad esempio antibiotici

Cosa fare se il test per la clamidia è positivo?

Di solito i risultati del NAAT sono disponibili in circa 24 ore. Il test domiciliare è il più rapido e mostra un risultato entro 15 minuti. minuti. Se si utilizza un test di coltura cellulare, i risultati possono richiedere circa una settimana.

Se il test è positivo, è stato individuato il batterio che causa la clamidia. Ciò significa che si è in presenza di un’infezione da clamidia e che è necessario un trattamento (farmaci antibiotici). Dovrete anche informare i vostri partner sessuali in modo che anche loro si sottopongano al test in tempo.

Dopo il trattamento saranno necessari altri test di controllo della clamidia. Probabilmente sarà necessario un altro test tre settimane dopo il trattamento e forse un altro ancora tre mesi dopo. Discutetene con il vostro medico personale.

Leggi altri articoli: