Segni della clamidia, sintomi dell’infezione e quando fare il test

La maggior parte delle persone affette da clamidia non nota inizialmente alcun sintomo o segno di clamidia. Se si notano i sintomi, di solito compaiono tra 1 e 3 settimane dopo aver avuto rapporti sessuali non protetti con una persona infetta. In alcune persone si sviluppano solo dopo alcuni mesi.

Talvolta i sintomi possono scomparire dopo qualche giorno. Anche se i sintomi scompaiono, l’infezione può essere ancora presente e può essere trasmessa.

pacchetti_marrone

Se si notano segni o sintomi di clamidia, è consigliabile sottoporsi al test il prima possibile. Tuttavia, per motivi di discrezione, la maggior parte delle persone opta per il test domiciliare (in cui si preleva il campione a casa e lo si restituisce al laboratorio tramite un pacco non contrassegnato). Anche il NYD offre questi test.

Segni di clamidia nelle donne

Almeno il 70% delle donne infettate dalla clamidia non avverte alcun sintomo. Se compaiono, i segni più frequenti sono

  • dolore alla minzione
  • perdite vaginali insolite
  • dolore addominale o pelvico
  • dolore durante il sesso
  • sanguinamento dopo il sesso
  • sanguinamento durante le mestruazioni

Se la clamidia non viene trattata, può diffondersi all’utero e causare una grave condizione chiamata malattia infiammatoria pelvica (PID). È la principale causa di gravidanza ectopica e infertilità nelle donne.

Segni della clamidia negli uomini

Almeno la metà degli uomini affetti da clamidia non avverte alcun sintomo. In presenza di segni di clamidia, il più delle volte questi includono:

  • dolore alla minzione
  • perdite bianche, torbide o acquose dalla punta del pene
  • bruciore o prurito nell’uretra (il tubo che drena l’urina dal corpo)
  • dolore testicolare

Se la clamidia non viene trattata, l’infezione può causare l’ingrossamento dell’epididimo (il tubo che trasporta lo sperma dai testicoli) e dei testicoli. Ciò potrebbe influire sulla vostra fertilità.

In quali altri luoghi può manifestarsi la clamidia?

Anche la clamidia può infettare:

  • retto (retto) se si ha un rapporto sessuale anale non protetto – questo può causare fastidio e perdite dal retto
  • mal di gola in caso di sesso orale non protetto: si tratta di un’evenienza piuttosto rara che di solito non provoca sintomi
  • gli occhi se entrano in contatto con sperma o liquido vaginale infetto – questo può causare occhi rossi, dolore e perdite

Quando fare il test se si notano segni di clamidia?

In caso di segni di clamidia, informare e consultare il medico di famiglia il prima possibile. Dovreste fare il test anche se non avete alcun sintomo ma temete di avere un’infezione a trasmissione sessuale (IST). Il modo più rapido per farlo è quello di sottoporsi ai test domiciliari per le malattie sessualmente trasmissibili.

Leggi altri articoli: